In tema di sequestro preventivo il trasferimento del vincolo cautelare dalla cosa al denaro ricavato dalla vendita di essa non esclude l’interesse della parte a impugnare la decisione di vendita

La Corte di cassazione penale, sez. III, con sentenza dell’11 ottobre 2021, n. 36773, in tema di sequestro preventivo, ha precisato che il trasferimento del vincolo cautelare dalla cosa al denaro ricavato dalla vendita di essa non esclude l’interesse della parte a impugnare la decisione di vendita, non potendosi ritenere né che l’interesse del proprietario sia […]

Valori bollati falsi: qualora l’agente li acquisti li riceva o li detenga non commette alcun reato fino a quando non ne faccia effettivamente uso

La Corte di cassazione penale, sez. V, con sentenza del 14 ottobre 2021, n. 37447, in tema di falsità in valori bollati, ha precisato che qualora l’agente acquisti, riceva o detenga valori di bollo falsi (senza concerto nè trattativa con l’autore della falsificazione o un suo intermediario) al fine di utilizzarli secondo la loro normale destinazione, […]

È affetta da nullità assoluta la sentenza emessa dal giudice di merito che abbia proceduto in assenza dell’imputato senza avere accertato la conoscenza da parte del medesimo del processo in mancanza della prova di rapporti con il difensore d’ufficio

La Corte di cassazione penale, sez. II, con sentenza del 2 novembre 2021, n. 39292, ha precisato che deve ritenersi affetta da nullità assoluta, rilevabile in ogni stato e grado del procedimento, la sentenza emessa dal giudice di merito che abbia proceduto in assenza dell’imputato senza avere accertato la conoscenza da parte del medesimo del processo […]

Truffa: se il profitto è conseguito mediante un bonifico bancario il reato si consuma con l’accreditamento della somma di denaro sul conto corrente del destinatario – competenza territoriale..

La Corte di cassazione penale, sez. I, con sentenza del 4 novembre 2021, n. 39738, in tema di truffa, ha precisato che se il profitto è conseguito mediante un bonifico bancario, il reato si consuma con l’accreditamento della somma di denaro sul conto corrente del destinatario, per cui, ai fini della determinazione della competenza per territorio, […]

Cassazione Penale, Sez. II, 7 settembre 2021 (ud. 2 luglio 2021), n. 33116 Presidente Gallo, Relatore Pellegrino – acquisizione dei tabulati telefonici e individuazione dell’organo competente ad autorizzare tali operazioni

In tema di acquisizione dei tabulati telefonici e individuazione dell’organo competente ad autorizzare tali operazioni, segnaliamo ai lettori la sentenza con cui la Corte di Cassazione si è pronunciata sugli effetti della sentenza del 2 marzo 2021 della Corte di Giustizia dell’Unione Europea nella causa C 746/18. L’impostazione della CGUE – si legge nella decisione – «deve essere confrontata con l’assetto normativo […]

Divieto di avvicinamento alla persona offesa e predeterminazione dei luoghi

La Cassazione penale (ordinanza n. 8077/2021) rimette la questione alle Sezioni Unite Il Collegio, investito della decisione, ha ritenuto di rimettere alle Sezioni Unite la  soluzione della questione interpretativa oggetto di perdurante contrasto giurisprudenziale,  osservando come il dato letterale non offra indicazioni dirimenti circa la correttezza dell’una o dell’altra opzione interpretativa in quanto l’impiego della […]

Confisca diretta e prova della lecita provenienza del denaro

Il sequestro di somme sul conto è sempre finalizzato alla confisca diretta anche se l’interessato prova che il denaro deriva da un titolo lecito? (Cass. 7021/2021) Con ordinanza 17 novembre 2020 – 23 febbraio 2021, n. 7021 (testo in calce) la Sesta Sezione della Corte di Cassazione ha adito le Sezioni Unite, formulando il seguente quesito “se […]

Confisca per equivalente: si estende il divieto di reformatio in pejus

La Corte di cassazione penale, sez. III, con sentenza del 2 aprile 2021, n. 12728, ha ribadito che il giudice d’appello, anche quando la misura di sicurezza sia obbligatoria e sia stata illegittimamente esclusa o non ritenuta dal primo giudice, non può disporla, modificando in danno dell’imputato la sentenza da quest’ultimo impugnata, in quanto l’art. […]